Chi Siamo

Tutto ha inizio nel 2006, quando anche a Lampedusa le manopole delle radio cominciarono ad avere un senso e si scoprì il piacere del “tuning”. Fino a quel momento la scelta era limitata alle sole frequenze di Radio Rai e di almeno un centinaio di emittenti arabe. Ad agosto del 2006, invece, “sbarcarono” le radio private italiane, come Radio Dee jay, Capital, Rds, Rete 105, Kiss kiss e tanti altri. Un traguardo che giungeva quando nel resto del Paese si celebravano i 30 anni della nascita delle radio libere italiane. E il merito di questo obiettivo va alla intraprendenza dell’Associazione Alternativa Giovani Onlus. Allora girammo per Ministeri ed uffici di ogni genere lavorando intensamente perché questo sogno potesse realizzarsi e alla fine ci siamo riusciti, dopo un lungo iter iniziato nel 2004. Ma la vera novità stava nel fatto che grazie ad un accordo con una delle emittenti, i giovani dell’isola realizzavano programmi radiofonici direttamente da Lampedusa che riguardavano musica, cultura, cronaca, attualità etc. Poi nel 2009 questo accordo venne meno a causa di problemi amministrativi, e quella che era diventata una sorta di radio locale, fu costretta a chiudere i battenti. Ma i giovani non si persero d’animo. L’unico modo per avere una propria radio ed essere indipendenti era quello di acquistarne una, dal momento che con la legge Mammì del 90 il governo non rilascia più concessioni radiofoniche. Ecco iniziare la ricerca di una concessione in vendita, ed in contemporanea parte una sottoscrizione di raccolta fondi per poter, appunto, acquistare una licenza. E così dopo tre anni di raccolta fondi (siamo arrivati a spendere quasi 50 mila euro) e due anni di lavoro burocratico per ottenere tutti i vari permessi siamo tornati di nuovo in onda, accendendo a Lampedusa il segnale (89,20 mhz/fm) il 30 giugno del 2012, e “celebrandolo” con una festa in piazza alla quale hanno partecipato tantissime persone. Un impegno preso e portato a termine da un gruppo di giovani che per raggiungere questo traguardo hanno saputo coinvolgere con determinazione e grinta centinaia di esercizi commerciali, privati ed istituzioni. Tutti hanno aderito alla sottoscrizione “Riapriamo Radio Delta – Un aiuto subito”, oltre 300 esercizi commerciali, dal piccolo venditore ambulante alla parrocchia.

Per oltre due anni abbiamo raccolto contributi, e ci siamo inventati di tutto per farlo, perfino tombole e lotterie. All’inizio credevamo di non farcela, anche perché gli ultimi anni sono stati molto critici a livello economico-turistico. Invece è stato molto bello vedere che tutti in qualche modo aderivano.regia radio delta Anche le signore anziane, sapendo dell’iniziativa, ci fermavano per strada e ci davano qualcosa. E quello che ci ha sorpreso, è stato proprio vedere che chi poteva poco o niente ha dato e fatto tanto, mentre chi poteva tanto ha fatto e dato poco o niente. Tuttavia il 30 giugno 2012, Radio Delta è diventata una realtà, ed oggi è una realtà importante sul territorio locale. Grazie al grande lavoro, alla passione e all’impegno di numerosi volontari che si sono susseguono quotidianamente, riusciamo a trasmettere musica, informazione, approfondimenti e divertimento senza mai fermarci. Radio DELTA, ogni giorno che passa, cresce dimostrando che c’è ancora spazio, ma soprattutto bisogno di una voce forte, indipendente e vicina alla gente. Quella gente, quel pubblico che ci segue con affetto e che ci sprona a dare sempre di più, a continuare e a non fermarci. Radio Delta si rivolge a un target molto vasto abbracciando il suo pubblico in ogni fascia d’età: dai più giovani ai meno giovani, dalle casalinghe alle attività commerciali, proponendo numerosi programmi d’intrattenimento e d’informazione, gestiti da un nutrito gruppo di collaboratori volontari. Il palinsesto, difatti, vanta una programmazione diversificata, dove trovano spazio l’informazione (con il “Delta News”), l’approfondimento e la cultura (con “Md Magazine”), lo sport locale e nazionale (con “La domenica sportiva”), le funzioni religiose (con la “Diretta della SS. Messa dalla Parrocchia San Gerlando”), l’intrattenimento in diretta rivolto ai più piccini (con “Love Baby”) e diverse trasmissioni musicali. Da 2006 fino ad oggi, le difficoltà incontrate sono state molte, ma RADIO DELTA non si è mai data per vinta superandole con fatica, sacrificio e arrivando fino ad oggi con una struttura tecnica ed una professionalità che allora non avremmo mai immaginato. Ed è con questo spirito che vogliamo continuare, nell’ottica di una crescita umana, professionale e culturale.